Come usare gli stabilizzatori

Cosa sono gli Stabilizzatori?

Gli stabilizzatori sono degli speciali rinforzi in tessuto non tessuto che vanno posti sia sul retro che sul dritto del lavoro che servono a stabilizzare e sostenere il tessuto da ricamare, in modo che i punti che compongono il disegno siano cuciti col minimo ammontare di interferenza o di instabilità. 

 Senza il tipo corretto di stabilizzatore, la stoffa si può muovere all’interno del telaio da ricamo causando un disallineamento del ricamo stesso. A volte, è richiesto anche un sostegno superiore per trattare stoffe come il pile, asciugamani di spugna, velluto o maglia.

Ci sono quattro tipi di stabilizzatori che si utilizzano sul retro del lavoro di ricamo: a taglio, a strappo, idrosolubile e autoadesivo.

Questi quattro tipi di stabilizzatore sono disponibili in  vari spessori, dimensioni e composizioni.

Quando scegliete lo stabilizzatore per una stoffa particolare, considerate le dimensioni del disegno da ricamo in aggiunta al numero di punti e al tipo di punti usati nel disegno.

Infine assicuratevi che lo stabilizzatore non si deformi. Alcuni stabilizzatori non si deformano verticalmente od orizzontalmente, ma possono deformarsi diagonalmente. NON USATE QUESTI TIPI. Questi tipi di stabilizzatore si deformeranno durante la cucitura e potrebbero causare spostamenti al disegno. 

  1. Lo stabilizzatore da taglio in maglia di poliestere funziona egregiamente con stoffe di colore chiaro in quanto previene ombre che possono vedersi sul dritto del lavoro dopo aver tagliato via l’eccesso. Questo tipo di stabilizzatore è l’ideale quando desiderate un sostegno leggero e soffice nel prodotto finito, come negli indumenti da bambino.
  2. Lo stabilizzatore da taglio è ideale per i capi pesanti lavorati a maglia, ma si può usare anche su materiale tessuto. Esso supporterà un gran numero di punti e con due o tre strati può sostenere una grande quantità di punti. Questo tipo di stabilizzatore è disponibile anche in nero per chi vuole che il retro degli indumenti sia gradevole come il dritto. Lo stabilizzatore di colore nero è davvero utile su indumenti di stoffe leggere colore similmente. Lo stabilizzatore nero sul retro si nota meno di quello bianco.
  3. Lo stabilizzatore autoadesivo: è utilizzato con le stoffe difficili da intelaiare. Questo sostegno è inserito (con la parte adesiva in alto) nel telaio, si rende così disponibile una superficie adesiva nell’area interna al telaio per posizionare la stoffa senza doverla intelaiare. Quando il ricamo è finito, la stoffa  può essere rimossa, lo stabilizzatore in eccesso riposizionato e il processo ripetuto. 
  4. Stabilizzatore a strappo, questo stabilizzatore può essere usato su tessuto e stoffe di medio spessore e con stoffe robuste come tela, canapa, popeline e denim.   
    Questo stabilizzatore sosterrà molti punti specialmente quando usato in due o più strati.   
    Questo tipo di stabilizzatore è fatto di un materiale non-tessuto che risulta molto semplice da strappare via lungo i bordi del ricamo quando la cucitura del disegno è completata. Questo stabilizzatore è anche disponibile in nero.
  5. Lo stabilizzatore idrosolubile sul dritto del lavoro è molto utile quando avete bisogno che il punti non affondino nella stoffa, sul pile, o per esempio, su asciugamani di spugna che interferiscono col corretto posizionamento dei punti.
    Stoffe come tessuto in spugna, velluto a coste, velluto e pellicce ecologiche sono esempi di materiale dove i punti affondano facilmente. 
    Quando le fibre della stoffa fuoriescono tra i punti del ricamo finito, il risultato è un lavoro incompleto e spesso sciatto. In queste situazioni lo stabilizzatore idrosolubile è usato come supporto superiore per spianare le fibre della stoffa così che i punti possano essere posizionati accuratamente. Lo stabilizzatore idrosolubile è anche usato come sostegno posteriore quando si ricamano pizzi o altri motivi dove il risultato desiderato siano solo i punti di cucitura.  Questo risultato si può facilmente ottenere con lo stabilizzatore idrosolubile, che può essere eliminato facilmente a ricamo completato e gli eventuali residui possono essere facilmente disciolti in acqua. Lo stabilizzatore idrosolubile è usato anche sul retro di asciugamani, dove spesso è necessario un sostegno, ma qualsiasi residuo di stabilizzatore non deve essere visibile nel prodotto finito.

Navigazione Articoli

Chiudi il menu
×

Carrello